Corte dei Fiori - Via Zannoni, 27 - 40033 - Casalecchio di Reno (Bologna) - Tel. +39 051 575 533 - Fax +39 051 576 562 - E-mail info@lacortedeifiori.it - Informativa Privacy Clienti-Fornitori
Corte dei Fiori

Blog

Floricoltura Ferrarese con un occhio all’ambiente

Floricoltura Boarini: sono coltivate qui, nel totale rispetto dell’ambiente le piante di “nostra produzione” che potete acquistare nel Garden Boarini La Corte dei Fiori.

Leggi l’articolo su “La Nuova Ferrara”


Primavera stagione di fioriture

Gli esperti svelato i segreti del “pollice verde”. Le meravigliose fioriture primaverili, un tema più che mai di stagione che appassiona i telespettatori, è stato approfondito nella rubrica della trasmissione Essere e Benessere condotta da Giorgia Tisselli e trasmessa su TRC (canale 15 del digitale terrestre). Hanno partecipato come ospiti Michele Boarini titolare del garden di Casalecchio di Reno Boarini La Corte dei Fiori e una delle sue collaboratrici Doris Trenkwalker. I due esperti nel campo del florovivaismo (intervenuti lo scorso dicembre nella rubrica dedicata alla cura delle piante natalizie, ndr) hanno fornito consigli utili per il benessere delle piante, svelato alcuni segreti per avere  il “pollice verde” e ricordato le principali fioriture primaverili.

“La primavera è la stagione più bella per il nostro lavoro” – ha esordito Michele – “le piante più vendute sono quelle da fiore, le più usate per abbellire i giardini. Ci sono due tipologie: le annuali che compiono il loro ciclo brevemente e altre piante che durano a lungo. La vendita sulle aromatiche e da orto (le più diffuse) è buona; le arbustive vengono utilizzare per i giardini”.

E’ possibile dividere le piante in categorie?
Ci sono piante che resistono meglio in pieno sole – ha spiegato Doris – e altre che devono essere posizionate all’ombra. Poi ci sono piante da balcone come gerani parigini e surfinie, creano una bellissima caduta di fiori, e da aiuola; alcune prediligono una posizione soleggiata ma qualche ora di ombra durante l’arco della giornata non guasta specialmente in luglio ed agosto quando elevate temperature le fanno soffrire”. Altre varietà possono essere usate per comporre vaschette o bordure in giardino, o vasi da collocare all’ombra: fiori di vetro, nuove guinee, begonie annualipetunie, adatte anche per comporre ciotole fiorite.
Le uniche piante da collocare in pieno sole quelle grasse dette anche ‘amiche del sole’ che riescono a sopportarne i raggi”. In base alle esigenze del nostro giardino o balcone possiamo scegliere diverse fioriture.

Perché viene specificata la differenza tra piante annuali e perenni?
La pianta perenne – ha chiarito Michele  – dura nel tempo mentre la annuale compie il suo ciclo in una stagione. La begonietta e la petunia, usate frequentemente e poco costose, devono essere rinnovate tutti gli anni perché la stagione successiva non si riproducono oppure lo fanno ma non nello stesso modo. Le piante perenni invece svolgono la loro funzione vitale in una stagione e in quella successiva riprendono vigore come nella precedente mantenendo inalterato l’aspetto quindi durano nel tempo”.

 

Come si fa a mantenere belle le piante?
Per mantenerle più rigogliose – ha risposto Doris –  è necessario somministrare una volta alla settimana un concime o un fertilizzante. Dal momento che vivono in un periodo caldo e vanno spesso irrigate bisogna integrare la parte nutritiva nel terriccio. I fertilizzanti sono molto facili da usare, in commercio ne possiamo trovare di varie tipologie: specifici per alcune varietà o universali. Sono molto semplici da somministrare visto che nella confezione viene riportato il dosaggio. Altro accorgimento: a luglio e agosto bagnare le piante alla mattina presto o alla sera tardi in modo da non provocare un shock termico. Se sulla pianta molto calda mettiamo acqua fredda si possono creare problemi alla radice. Un altro piccolo segreto è raccogliere l’acqua piovana perché quella che preleviamo dal rubinetto contiene cloro e crea problemi, integrandola invece con l’altra possiamo dare un buon aiuto”. Qualche piccolo accorgimento può far si che le piante durino nel tempo. Questi sono i segreti per avere il pollice verde.  

Come si fa ad avere un piccolo orto in casa? Si riesce a farlo sul balcone?
Si può unire l’utile al dilettevole creando piccole vaschette miste con aromatiche:rosmarino, salvia, basilico, timo. Oltre ad avere una funzione gastronomica producono piccoli fiori decorativi che abbelliscono il nostro balcone, dalle vaschette possiamo prelevare le foglie fresche che ci servono per essere usate in cucina. Oppure possiamo anche fare un vaso con pomodori, melanzana, radicchio e raccogliere il nostri frutti quando sono maturi direttamente dal balcone”. E che soddisfazione.

 
Giorgia Tisselli

Dove vengono prodotte le vostre piante?
Vicino a Ferrara – ha risposto Michele – in un paesino che si chiama Montesanto, l’azienda Boarini Floricoltura è molto specializzata ed è a impatto zero. Raccogliamo l’acqua piovana che utilizziamo per l’irrigazione, quella che usiamo dentro la serra la ricicliamo, la puliamo e la rimescoliamo quindi un sistema a ciclo chiuso senza dispersione nell’ambiente. Produciamo energia elettrica con impianto fotovoltaico e il riscaldamento è a biomassa, in parte auto-prodotta da un pioppeto che produce la legna che viene poi bruciata nella caldaia per riscaldare le serre durante l’inverno”.
Questa filiera corta ha dei vantaggi? Spesso piante e fiori vengono dall’estero e si pensa all’Olanda come nazione principe. Che differenza c’è ad avere un prodotto ‘espresso’?
Abbiamo la fortuna di avere un clima con più luce e produciamo piante più resistenti, inoltre c’è meno impatto ambientale visto che quelle che arrivano dall’Olanda viaggiano su camion che inquinano quindi meno strada si fa meglio è per l’ambiente. Nel nostro garden Boarini La Corte dei Fiori è in corso una Mostra di orchidee ed agrumi, invito tutti a visitarla”.
p.m.

 


Meravigliose Orchidee e profumati Agrumi

Una bellissima e imperdibile mostra dedicata ad Orchidee ed Agrumi, ed inaugurata il 12 febbraio scorso, è visitabile all’interno del Garden Boarini La Corte dei Fiori di Casalecchio di Reno. Un’occasione unica per ammirare e conoscere più da vicino queste piante meravigliose che oltre ad essere decorative hanno – come nel caso degli agrumi – comprovate proprietà curative. Il personale specializzato del garden è a totale disposizione della clientela per dare consigli sulla coltivazione e il mantenimento di questi capolavori della natura.


Boarini ospite di Essere e Benessere su TRC

Produzione home made e cura delle piante natalizie i temi trattati nella trasmissione condotta da Giorgia Tisselli, trasmessa da TRC sul canale 15 del digitale terrestre nei giorni scorsi che offre consigli utili per vivere bene attraverso sana alimentazione, giusta attività fisica e cura di sé. Essere e Benessere è in onda la domenica alle 22, repliche lunedì 15 e 30, martedì 12 e 30. Ospiti della rubrica Detto tra noi Michele Boarini titolare di Boarini La Corte dei Fiori e di Boarini Floricoltura e Doris Trenkwalker collaboratrice dell’azienda esperta di piante e di coltivazione in serra.

essere_benessere_1

Gli argomenti trattati riguardavano la produzione floricola home made ed ecosostenibile di Boarini Floricoltura e i trucchi per una buona cura delle piante natalizie; immancabile l’invito a visitare il Villaggio di Natale, una tradizione del garden Boarini La Corte dei Fiori.

La prima domanda che la conduttrice ha rivolto a Michele riguardava la produzione home made di Boarini Floricoltura che da un anno ha acquisito anche il garden Boarini La Corte dei Fiori di Casalecchio di Reno dove vende direttamente al consumatore. L’attenzione particolare all’ambiente si concretizza nell’utilizzo di metodologie ecosostenibili: riscaldamento con impianto a biomasse, risparmio energetico, utilizzo di acqua piovana, lotta biologica contro gli insetti, termoregolazione computerizzata, autoproduzione di energia con impianto fotovoltaico.
Altro interessante argomento affrontato è stato la manutenzione delle piante invernali specialmente stelle di natale ed abeti. Doris ha elencato le piante simbolo del natale, appunto stelle ed abeti che tutti conoscono ma anche eriche rose d’inverno, svelando i segreti per i mantenimento della fioritura delle stelle fino a febbraio e della diminuzione dello stress per alberi di natale che sono piante da esterno. Ha poi rivelato altri trucchi e accorgimenti per la cura di piante invernali ed estive. Piccoli consigli che permettono a chiunque di fare del balcone un magnifico giardino.
Michele Boarini ha invitato tutti a visitare il suggestivo Villaggio di Natale allestito all’interno del meraviglioso garden Boarini La Corte dei Fiori, un percorso di 800 metri costellato di abeti, addobbi natalizi di ogni sorta, foggia e colore, villaggi americani, luci, presepi e statuine.

essere_benessere_5essere_benessere_8
—————–
Perché un prodotto home made?
M. Siamo produttori di piante dal ’86, abbiamo bisogno di vendere al pubblico e lo scorso anno abbiamo acquisito La Corte dei fiori.
Siete un’azienda particolarmente attenta all’ambiente. Che cosa fate per l’ecosostenibilità?
M. Sono stati fatti degli interventi notevoli in questi anni, abbiamo agito sull’impianto di riscaldamento che era il più impattante visto che utilizzavamo il gasolio, attualmente stiamo riscaldando le serre con un impianto a biomassa di legna, bruciamo il legno vergine coltivato di proposito. Per risparmiare abbiamo messo delle tende all’interno dell’azienda che di notte abbassano il volume da riscaldare, abbiamo installato un impianto fotovoltaico e produciamo la nostra corrente, inoltre raccogliamo l’acqua piovana che cade sulle serre, la convogliamo in un lago e poi la utilizziamo per l’irrigazione delle piante. L’acqua che finisce al di fuori dei vasi viene raccolta rilavorata, disinfettata e riutilizzata. Abbiamo un impatto ambientale verso l’esterno praticamente nullo. Durante le coltivazioni stiamo molto attenti a non fare trattamenti. Per combattere i funghi un computer regola temperatura ed umidità in modo che non ci siano attacchi mentre per gli insetti utilizziamo la lotta biologica mettendo certi parassiti dei parassiti delle piante.
Quindi in totale rispetto dell’ambiente, un aspetto lodevole della vostra attività.

Quali sono le piante più vendute nel periodo natalizio?
D. La pianta simbolo del periodo è la stella di natale, di seguito ci sono i ciclamini che vanno più utilizzati per l’ambiente esterno ad esempio le finestre, poi conifereericherosa d’inverno per il balcone ma come pianta d’appartamento il simbolo è la stella di natale.
Il punto interrogativo è, ma come la manteniamo?
Non bisogna posizionarla vicino al termosifone, o vicino ad una finestra dove passa il sole attraverso il vetro, ma nel posto più fresco della casa perché fino al momento della vendita al consumatore finale vive in una serra con temperatura a 18 gradi. Portandola in casa dove ci sono 22 o 23 gradi ed essendo ad uno stato di maturazione avanzato perché la vendiamo fiorita, la pianta subisce uno stress quindi va messa nel posto della casa più fresco, avendo sempre l’accorgimento di mantenere il terriccio umido. Il piattino sotto il vaso non va benissimo, insomma non bisogna lasciarla asciugare troppo sennò perde le foglie. Questi sono i due accorgimenti principali per poter mantenere bella la pianta.
Per quanto tempo può durare la sua fioritura?
La fioritura della stella di natale può durare fino a febbraio poi fisiologicamente sfiorisce. La foglia rossa che noi vediamo non è effettivamente il fiore della stella di natale ma è un finto fiore quello vero sono i granellini che vediamo al centro dei petali rossi. Fino a febbraio se mantenuto in buone condizioni il petalo rosso può rimanere sulla pianta poi ricomincia a vegetare.
Questi accorgimenti si posso utilizzare anche per le altre piante citate?
L’aspetto idrico è il principale per mantenere una pianta in buona salute, non va mai stressata ossia bagnata troppo o asciugata troppo. Spesso mi viene chiesto quante volte bisogna bagnare la pianta, non c’è un numero preciso perché dipende dalla temperatura che c’è in casa e dalla posizione. Il metodo più semplice è andare a sentire con il dito il terriccio dentro al vaso, deve essere mantenuto costantemente umido.
C’è una differenza di mantenimento per ciò che riguarda le piante considerate estive e quelle invernali?
Direi di no perché l’aspetto principale per mantenere la pianta in buona salute è la condizione idrica, ovviamente le piante estive vivono in un periodo molto più caldo quindi vegetano lavorano e fioriscono e hanno bisogno di concimazioni, per cui non solo acqua; almeno una volta alla settimana un pò di fertilizzante nel terriccio perché essendo un periodo più caldo la pianta lavora più velocemente e quindi ha bisogno di mangiare.
Ritorniamo in tema natalizio, c’è un bellissimo Villaggio di Natale, lo vogliamo descrivere?
M. E’ da vedere, sono 800 metri quadri di ambientazione natalizia e vi invito a visitarlo perché è veramente bello, ci sono tutti gli articoli riguardanti il natale, dall’abetaia alle decorazioni natalizie fino ad arrivare ai villaggi americani, poi c’è un reparto luci molto bello, uno dedicato a presepi statuine ma tutto il garden è bellissimo da vedere.
L’abete è una delle piante simbolo del natale, quali sono gli accorgimenti per mantenerlo al meglio anche se la casa non è il suo ambiente?
D. La casa non è proprio il suo ambiente. Essendo una pianta esterna prelevarla da un luogo a bassa temperatura e portarla in casa dove c’è alta temperatura non favorisce il mantenimento nel migliore dei modi anche perché le conifere nel periodo invernale vanno in riposo vegetativo che noi andiamo un po’ a modificare perché le portiamo ad una temperatura quasi primaverile. L’accorgimento è mantenere sempre la zolla ben bagnataperché la pianta ha bisogno di tanta acqua e assicurarci che all’acquisto venga posizionata in un vaso con una zolla piuttosto grande e magari già coltivata dentro il vaso così non subisce lo stress di essere estirpata dal terreno. Non va mai posizionata vicino ad una fonte di calore come il termosifone altrimenti gli aghi cadono.

essere_benessere_7

Dunque vale sempre la stessa regola? 

D. In generale è sempre la stessa per qualsiasi tipo di pianta quindi per il suo benessere dobbiamo seguire determinati accorgimenti.
Quale sicurezza da ai consumatori il fatto che voi siete anche un’azienda di produzione?
M. Noi ci mettiamo la faccia ossia abbiamo la responsabilità di quello che facciamo e che vendiamo. Oltretutto le piante viaggiano poco, se viaggiano tanto possono subire stress, noi produciamo a Ferrara e vendiamo a Bologna, il tragitto è breve e le piante subiscono pochissimo stress, oltretutto l’azienda utilizza tecniche di coltivazione molto specializzate e questa è un’ottima garanzia per il consumatore finale e poi si sa da dove vengono.
Un ultimo consiglio Doris per chi volesse approcciarsi al mondo delle piante e non sa di avere ancora il pollice verde, le regole da seguire per fare del nostro terrazzo un giardino di fiori e piante?
D. Una buona regola soprattutto per le piante da balcone e da terrazzo è non dare da bere nelle ore più calde, non usare mai acqua troppo fredda, magari raccogliere l’acqua piovana con una bacinella sul balcone è l’ideale visto che non contiene i cloruri dell’acqua del rubinetto che vanno a creare danno alla radice; ed inoltre usare un buon concime e non eccedere nella dose perché va a bruciare le radici della pianta. Piccoli accorgimenti che possono aiutare molto.
Grazie a Doris e Michele per essere stati ospiti e vi incitiamo a scoprire il Villaggio di natale de La Corte dei Fiori a Casalecchio di Reno.
(p.m.)

video


Visita il Villaggio natalizio e vivi la magica atmosfera delle feste

Babbo Natale con la sua slitta trainata dalle mitiche renne vi accoglie all’entrata del Villaggio Natalizio di Boarini La Corte dei Fiori. Il viaggio nel mondo delle feste, ammantato di suggestive atmosfere, inizia dall’abetaia, una vera e propria foresta di pini di varie dimensioni dove è possibile farsi immortalare seduti sul trono con accanto babbo natale. L’itinerario è poi costellato da una vastissima gamma di decori rustici di legno e stoffa,  addobbi multicolori raffinati  ed originali dove spiccano anche i tradizionali colori bianco e rosso. Intramontabili i temi dedicati all’avvento che richiamano ancestrali tradizioni, accanto i classici e abbinamenti oro e argento. Palline per addobbare l’albero di vetro colorato o trasparente, a righe, tinta unita, in ceramica e delle più svariate fogge e fatture fanno bella mostra e richiamano l’attenzione, accanto graziosi ninnoli e soprammobili per decorare la casa e la tavola natalizia sembrano scaturiti dalla più fresca creatività e da un gusto sopraffino attento al particolare tanto da soddisfare anche gli appassionati più esigenti. Se desiderate essere ancora più originali, potete far personalizzare la vostra pallina di natale, gli esperti specializzati del garden sono a disposizione per decorarle seguendo il vostro gusto. Attrazione imperdibile il Villaggio Lemax in stile vittoriano che desta sempre grande ammirazione e stupore e incuriosisce grandi e piccini: due trenini percorrono fischiando la valle disseminata di giostre, casette, personaggi animati e coreografie illuminate. Immancabili gli addobbi luminosi e suggestivo l’attraversamento del tunnel di luci che sbuca nell’area più classica dedicata ai presepi italiani, frutto di una tradizione insuperabile, popolati da espressive statuine, capanne e movimenti affascinanti.
Il Villaggio Natalizio di Boarini La Corte dei Fiori è anche social.
Ci puoi trovare su Facebook, Instagram e Twitter e condividere le tue foto utilizzando l’hashtag #lacortedeifiori #villaggionatalizio2015

E’ aperto tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, sabato e domenica orario continuato dalle 9 alle 19.


Jungle Fever, a piedi nudi nella foresta tropicale

BOLOGNA – Dal 30 settembre al 6 ottobre la cantina al 48/A di via S. Felice all’interno degli spazi del Crete Pièce Unique, ospita Jungle Fever installazione interattiva e multisensoriale che esplora mondi naturali, foreste di luci, suoni selvatici e labirinti ceramici. Un progetto realizzato da Elica, laboratorio dei design Elisabetta Bovina e Marco Pastrore, e Bulbo, produttore di lampade per coltivare orti domestici; collaborano l’artigiano multimediale Marco Morandi e il centro di giardinaggio Boarini La Corte dei Fiori, simbolo dell’home made. Il visitatore esplora l’installazione attraverso i sensi, amplificati da tutti gli altri quindici che le piante possiedono ed entra in comunicazione con i vegetali diventando parte di una rete invisibile di scambi, informazioni e impulsi elettrici. Il progetto è realizzato in occasione di Cersaie 2015 (salone internazionale della ceramica) e della prima edizione di Bologna Design Week. Orari di apertura dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e 30; sabato e domenica dalle 10 alle 19; inaugurazione-aperitivo 2 ottobre dalle 18 alle 23.

www.pastorebovina.it www.bulbolight.com www.morandimarco.it www.cretepieceunique.it


San Lòcca Day, divertimento e musica per riscoprire il famoso portico – Una charity per il restauro del Nettuno

BOLOGNA – Domenica 4 ottobre dalle 9 alle 20 appuntamento imperdibile con San Lòcca Day una giornata di eventi, musica, degustazioni e divertimento lungo la via che dal Meloncello porta alla basilica di San Luca. La manifestazione ideata dall’associazione Succede solo a Bologna e patrocinata da Unesco, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Expo 2015 Padiglione Italia, BolognaFiere, comune e città metropolitana di Bologna, regione Emilia-Romagna ha un duplice obiettivo: riscoprire il famoso portico di S. Luca e devolvere il ricavato della charity al restauro della famosa statua del Nettuno posizionata nell’omonima piazza in centro (lo scorso anno sono stati raccolti migliaia di euro per restaurare il portico). La giornata si snoderà tra giochi, percorsi gustativi, curiosità del territorio, sport e musica. Lungo l’intero percorso saranno posizionati 200 stand: creativi, a cura dell’Associazione Creare Insieme, culinari de La Strada dei Vini e dei Sapori. Si susseguiranno laboratori creativi di ogni genere organizzati da Il Mondo Creativo e BolognaFiere. Si alterneranno inoltre numerosi artisti selezionati dal Teatro Duse e ci sarà intrattenimento musicale in filodiffusione con Radio Bruno. Saranno possibili visite guidate alla scoperta della storia del portico più lungo del mondo e il Wwf farà scoprire la flora che popola il Colle della Guardia e i Bregoli. Durante il percorso ci si potrà tenere in forma con svariate pratiche sportive proposte dal Csi; saranno presenti inoltre auto storiche e attività particolari tra cui il Ciclotappo. Mamma Cult e Bimbi e Viaggi svolgeranno attività dedicate ai bambini. Il charity point dove trovare la maglia ufficiale dell’evento – il ricavato sarà devoluto alla raccolta fondi per il Nettuno – sarà posizionata sulla curva delle orfanelle. Il trenino San Luca Espress farà la spola gratuitamente. Il San Lócca Day è un evento social, postando con l’hashtag #SanLoccaDay si possono vincere moltissimi gadget. Boarini La Corte dei Fiori è tra i supporter tecnici della manifestazione.

GUARDA IL VIDEO


Catambra ® : l’infallibile anti zanzara (SOLD OUT)

catambra_comunicato 1Selezionata dopo anni di ricerca la Catambra ® l’originale pianta anti zanzara è in grado di allontanare le zanzare in modo naturale garantendo un’efficace protezione. Il contenuto di catalpolo, sostanza naturale e biologica, è quattro volte superiore a quelle di altre varianti ed ha un effetto repellente sulle zanzare che infestano giardini, case e terrazzi nel periodo estivo.

Giovanni Ambrogio ebbe l’intuizione durante una gita sul Po quando si accorse che in una piccola zona prospiciente al fiume i pescatori non venivano punti dai fastidiosi insetti. Li infatti crescevano delle piante, della famiglia delle bignogniacee originarie dell’America Boreale, in grado di respingere le zanzare. Studiò la vegetazione del posto e dopo una attenta selezione elaborò il progetto della pianta antizanzare, oggi coperta da brevetto europeo.

Scopri il piacere di sentirti protetto all’aria aperta, da Boarini La Corte dei Fiori uno dei punti vendita autorizzati, può scegliere la Catambra ® più adatta alle tue esigenze: da interni, portico e terrazzo, giardino e ambi spazi con lo sconto del 10%*

Per usufruire dello sconto del 10% sull’acquisto della pianta anti zanzara Catambra ® è necessario presentare alla cassa del centro di giardinaggio il coupon stampato scaricabile dalla nostra pagina Facebook

opuscolo-catambra2


Festa di Primavera: MAGGIO MESE del GIARDINAGGIO

Il contatto con le piante stimola positivamente il corpo e la mente, l’attività di giardinaggio fa bene alla salute ed è un potente antistress che migliora la qualità della vita e l’umore donando preziosi momenti di felicità. Da Boarini La Corte dei fiori in maggio, mese del giardinaggio è possibile vivere la primavera da protagonisti e coglierne appieno la magia partecipando ai corsi per adulti e bambini appositamente organizzati per conoscere il magico mondo delle piante. Una fantastica opportunità per apprendere dagli esperti del settore le tecniche base del giardinaggio. Quattro gli appuntamenti per grandi e piccini. Si parte con i corsi per adulti: sabato 2 maggio alle 15 e 30 Orto e aromatiche, sabato 16 alla stessa ora Fioriture per aiuole, balcone e terrazze. Relatore Gianfranco Bassi di Lacme. Due gli incontri dedicati ai bambini della serie Giochiamo al giardiniere. Domenica 24 alle 15 e 30 in collaborazione con l’Oasi del Quadrone Erbe aromatiche che passione, il 31 maggio Il giardino degli insetti utili. I laboratori prevedono una preiscrizione di 10 euro che viene restituita con un buono di pari importo.
Per info e prenotazioni: lacortedeifiori.alice@gmail.com


Festa di Primavera 2015: appuntamenti di APRILE

Tre domeniche dedicate ad animali e bambini

Prosegue la Festa di Primavera il 12, 19 e 26 aprile con tre nuovi appuntamenti domenicali dedicati ai bambini e alla conoscenza e cura degli animali domestici. Le attività proposte da Boarini La Corte dei Fiori stanno infatti riscuotendo grande interesse da parte del pubblico che apprezza e partecipa. Si riparte domenica 12 aprile alle 15 con una giornata di consulenza dedicata alle tartarughe in collaborazione con il dottor Giuseppe Mosconi, domenica 19 alla stessa ora Giochiamo con l’arte, laboratorio creativo per bambini “Per te mamma! Creo un dono con l’argilla” in collaborazione con l’associazione culturale Perlarte. Ultimo appuntamento del mese domenica 26 aprile sempre alle 15 allestimento di un acquario d’acqua dolce, mini corso di acquariologia tenuto da Alessandra Betti.
All’interno del garden Boarini La Corte dei Fiori sono disponibili rigogliose piante di produzione propria, coltivate utilizzando nuove tecnologie per ridurre l’impatto ambientale: acqua piovana per l’irrigazione, climatizzazione computerizzata delle serre, autoproduzione di energia elettrica con impianto fotovoltaico, riscaldamento con centrale termica a cippato di produzione propria. Nelle serre di produzione i tecnici floricoli seguono meticolosamente le fasi di crescita ed ottengono delle piante di un’alta qualità molto apprezzate dalla clientela. “Dal produttore al consumatore” questa è la filosofia Boarini.

Nell’augurare Buona Pasqua a tutta la clientela ricordiamo che il 6 aprile pasquetta e il 25 aprile si osserva orario continuato dalle 9 alle 19.